Home » Scopri la Ricetta Originale del Famoso Godfather Cocktail

Scopri la Ricetta Originale del Famoso Godfather Cocktail

Marco Molinari
Published: Last Updated on

L’eco dei famosi gangster italo-americani risuona in ogni goccia del cocktail Godfather. Un omaggio al mondo mafioso retratto nel film “Il Padrino” e alla figura carismatica di Marlon Brando, questo drink sposa la robustezza del scotch whisky con la dolcezza tipicamente italiana dell’amaretto.

Immergetevi nella categoria dei cocktail criminali, scoprendo le origini, gli ingredienti segreti e le tecniche di mixing che rendono il Godfather un drink decisamente iconico. E come sempre, qualche suggerimento da esperti del settore per garantirvi il gusto autentico del “stile gangster” a ogni sorso.

Fatti chiave

AspettoGodfather drink
OrigineStati Uniti
Grado AlcolicoCirca 20-40% (dipende dalla proporzione e dal tipo di whisky)
TipologiaDrink a base di scotch e amaretto Disaronno
PresentazioneServito in un bicchiere da whisky o bicchiere old fashioned, spesso con ghiaccio
StoriaSi ritiene che il cocktail sia stato ispirato dal film “Il Padrino” di Francis Ford Coppola, basato sul romanzo di Mario Puzo. La popolarità del cocktail è cresciuta parallelamente alla fama del film.
VariantiIl Godmother (vodka e amaretto) e il Godchild (vodka, amaretto e crema di latte)
CuriositàNonostante sia spesso associato alla figura del “gangster” e al protagonista del film “Il Padrino”, non ci sono prove dirette che il cocktail fosse effettivamente bevuto o preferito dai veri mafiosi.

Storia del Cocktail Godfather

Il mondo dei cocktail è ricco di storie intriganti e leggende avvincenti. Tra questi, il cocktail Godfather spicca non solo per il suo sapore inconfondibile ma anche per il fascino che avvolge la sua storia. Ecco come questo cocktail “gangster style” si è guadagnato un posto d’onore tra i drink più celebri.

Origini del cocktail godfather

Le origini del Godfather sono avvolte nel mistero. Molti sostengono che il cocktail sia stato creato come omaggio ai famosi gangster italo-americani, in particolare a figure carismatiche come Capone. La combinazione equilibrata fra il scotch whisky e la dolcezza tipicamente italiana dell’amaretto rappresenta un perfetto connubio tra la forza e la delicatezza, proprio come i protagonisti del film “Il Padrino”.

Alcune voci suggeriscono che il cocktail sia stato inventato nei locali notturni americani degli anni ’70, quando il film “Il Padrino” era al culmine della sua popolarità. Altri ritengono che il nome derivi da una trilogia dei “cocktail criminali”, in cui il Godfather appartiene assieme al French Connection e al Rusty Nail.

Evoluzione del mix e variazioni

Nel corso degli anni, la ricetta del Godfather ha subito diverse variazioni. Mentre la base di scotch e amaretto è rimasta costante, alcuni barman hanno sperimentato aggiungendo ingredienti come scorzetta d’arancia o sostituendo il cognac al posto del whisky. Questa continua evoluzione ha reso il Godfather un cocktail versatile, adatto sia come after-dinner che come short drink nei locali notturni.

Nella mixology moderna, il Godfather è spesso associato a tecniche avanzate e variazioni innovative, mantenendo però le sue radici ben ancorate nella tradizione. Che sia servito in un bicchiere tumbler basso o in un elegante calice, la sua essenza rimane invariata: un drink decisamente “gangster”.

Il Godfather oggi

Oggi, il Godfather è riconosciuto come uno dei cocktail ufficiali IBA (International Bartenders Association) e continua a essere una scelta popolare in bar e locali di tutto il mondo. La sua popolarità è dovuta non solo al sapore unico ma anche al fascino legato al suo nome e alle storie che lo circondano.

Nonostante le numerose variazioni e reinterpretazioni, la ricetta tradizionale – quella che unisce le note secche del scotch whisky e i toni morbidi dell’amaretto – rimane la più amata e rappresentativa.

Per saperne di più sulla storia del Godfather e altri cocktail leggendari, visita la pagina Wikipedia dedicata o consulta le numerose ricette correlate disponibili online.

Grazie al suo mix intrigante e alla sua storia avvolta nel mistero, il Godfather continuerà sicuramente ad affascinare e deliziare gli amanti dei cocktail per molti anni a venire. E tu, sei pronto a immergerti nel mondo del vero cocktail “gangster style”?

Ingredienti del “Il Padrino” drink

Scotch Whisky: Elemento fondamentale, il whisky è la colonna vertebrale di questa bevanda. Con la sua robustezza e carattere, ricorda il “protagonista” di una narrazione in vetro. Sebbene alcune ricette prevedano bourbon o whiskey irlandese, lo scotch è la scelta tradizionale per il suo gusto distintivo.

Liquore Amaretto: Questo dolce liquore italiano a base di mandorle apporta una dolcezza che bilancia le note più asciutte dello scotch. La ricchezza e l’aromaticità dell’amaretto creano un’armonia di sapori con il distillato principale.

Ciliegia Candita (opzionale): Non sempre inclusa, ma una ciliegia candita può servire come guarnizione, aggiungendo un ulteriore livello di dolcezza alla miscela.

Scorzetta d’Arancia (opzionale): Alcuni preferiscono decorare la loro bevanda con una scorzetta d’arancia, che non solo arricchisce esteticamente ma anche aromaticamente, grazie agli oli essenziali che si legano bene con la dolcezza dell’amaretto e le note dello scotch.

Godfather cocktail ricetta originale

Porzioni: 1 Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Nutrition facts: 157 calories 0 grammi fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Dosi

  • Whisky - 60 ml.
  • Amaretto - 30 ml.

Istruzioni

  1. Iniziare riempiendo un bicchiere old fashioned con cubetti di ghiaccio.
  2. Versare 60 ml di whisky scozzese miscelato e aggiungere 30 ml di amaretto.
  3. Mescolare il composto con un cucchiaio da bar per unire gli ingredienti.
  4. Aggiungere una spruzzata di succo d'arancia o di lime fresco (facoltativo).
  5. Guarnire il drink con una ciliegia al maraschino.
  6. Servire e gustare!

Cocktail Simili

NomeDescrizione
GodmotherUna variante femminile del Padrino, che sostituisce lo scotch con la vodka, mantenendo la dolcezza dell’amaretto.
GodchildUn mix più dolce e cremoso, unendo vodka, amaretto e crema di latte, per un sapore ricco e vellutato.
Rusty NailUna bevanda robusta e affumicata, che combina scotch whisky con Drambuie per un sapore ricco di miele e spezie.
Amaretto SourUn cocktail agrodolce che miscela amaretto con succo di limone e zucchero, perfetto per chi ama i sapori fruttati.
Black RussianUn classico cocktail che unisce la vodka con il liquore al caffè, offrendo un gusto forte e deciso.
French ConnectionUn elegante abbinamento di cognac e amaretto, che crea un equilibrio perfetto tra dolce e forte.
Toasted AlmondUn cocktail dolce e cremoso, che fonde amaretto, Kahlúa e crema, ideale per gli amanti dei sapori delicati.
Bobby BurnsUn mix sofisticato di scotch, vermut rosso e Benedictine, che offre un sapore complesso e aromatico.

Consigli dei barman professionisti

  • Utilizzate un whisky scozzese di buona qualità per ottenere risultati migliori.
  • Aggiungete una spruzzata di succo di limone o di lime per dare un ulteriore sapore agrumato.
  • Per un sapore ancora più intenso, aggiungete qualche pizzico di amaro.
  • Se non avete a portata di mano l’amaretto, potete sostituirlo con un altro liquore alla mandorla come il Frangelico.
  • Agitare il drink in uno shaker prima di servirlo per combinare tutti i sapori.
  • Guarnite con una scorza d’arancia o una ciliegia al maraschino per una bella presentazione.

Conclusione

Un brindisi all’epica figura dei gangster italo-americani con il Godfather! Questo cocktail a base di whisky e liquore amaretto non è solo un tributo al famoso film, ma anche un viaggio sensoriale tra la potenza del distillato e la dolcezza dell’amaretto. Indipendentemente dalla vostra esperienza in mixology, questo drink è un must della categoria dei cocktail. Provatelo e lasciatevi trasportare nella leggendaria era del “gangster style”.

Consigliato per te

Lascia un commento

*Utilizzando il presente modulo si acconsente alla memorizzazione e al trattamento dei dati da parte di questo sito web.

Amazon Affiliate Disclosure

Cocktailfanatico.it partecipa al programma associati di Amazon Services LLC e riceviamo una commissione sugli acquisti effettuati tramite i nostri link.

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza. Con l'utilizzo del nostro sito accetti i cookie. Accetto Maggiori informazioni

Privacy & Cookies Policy